Tale sezione racchiude a titolo di notifica gli atti, regolamenti e informazioni inerenti la gestione del personale dipendente dell'ARCA Puglia Centrale.

Il Decreto Legislativo n. 75 del 25 maggio 2017 ha apportato significanti modifiche all'art. 55 e ss del D.Lgs. 165/2001, modificando i termini procedurali, la titolarità dell'azione disciplinare nonché l'introduzione di nuove fattispecie disciplinari.

In particolare:

1. il Capo VII del Decreto Legislativo 25 maggio 2017, n. 75 apporta significative modifiche ed integrazioni alle norme disciplinari di cui agli articoli dal 55 al 55-sexies del Decreto Legislativo 30.03.2001, n. 165.

2. l’art. 13 del D.Lgs. n. 75/2017 che modifica l’art. 55-bis del D.Lgs. n. 165/2001 (Forme e termini del procedimento disciplinare), stabilisce che per le infrazioni di minore gravità, per le quali è prevista l'irrogazione della sanzione del rimprovero verbale, il procedimento disciplinare è di competenza del responsabile della struttura presso cui presta servizio il dipendente. Alle infrazioni per le quali è previsto il rimprovero verbale si applica la disciplina stabilita dal contratto collettivo.

3. Per le infrazioni per le quali è prevista l'irrogazione di sanzioni superiori al rimprovero verbale, la competenza è dell’Ufficio Procedimenti Disciplinari a cui il responsabile della struttura presso cui presta servizio il dipendente segnala i fatti ritenuti di rilevanza disciplinare di cui abbia avuto conoscenza.l’art. 15 del D.Lgs. n. 75/2017 che modifica l’art. 55-quater del D.Lgs. n. 165/2001 introduce ulteriori ipotesi di licenziamento disciplinare nel caso di:

· gravi o reiterate violazioni dei codici di comportamento;

· commissione dolosa, o gravemente colposa, dell'infrazione di cui all'art. 55-sexies, comma 3;

· la reiterata violazione di obblighi concernenti la prestazione lavorativa, che abbia determinato l'applicazione, in sede disciplinare, della sospensione dal servizio per un periodo complessivo superiore a un anno nell'arco di un biennio;

· insufficiente rendimento, dovuto alla reiterata violazione degli obblighi concernenti la prestazione lavorativa, stabiliti da norme legislative o regolamentari, dal contratto collettivo o individuale, da atti e provvedimenti dell'amministrazione di appartenenza, e rilevato dalla costante valutazione negativa della performance del dipendente per ciascun anno dell'ultimo triennio, resa a tali specifici fini ai sensi dell'art. 3, comma 5-bis, del decreto legislativo n. 150 del 2009.

Per completezza si riportano i seguenti link:

 

Con Decreto dell'Amministratore Unico n.17/2017, l'Agenzia ha approvato il nuovo Codice di comportamento dei Dipendenti Pubblici, rendendolo parte integrante del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione

In ottemperanza del decreto legislativo 165/2001, articolo n. 55 bis comma 4, é stato individuato l'Ufficio Procedimenti Disciplinari con Delibera del Commissario Straordinario n. 92 del 2010 

Il 15/11/2017 con Decreto dell'Amministratore Unico n. 102/2017 è stato approvato il Regolamento per l'organizzazione e lo svolgimento dei procedimenti disciplinari dell'ARCA Puglia Centrale.

________________________________________